La superficie oculare malata: Indirizzi gestionali per il territorio | 26.05.18

La superficie oculare malata_Indirizzi gestionali per il territorio

Corso Teorico Pratico
La superficie oculare malata:
Indirizzi gestionali per il territorio

Sabato 26 maggio 2018

Sala dello Studio Teologico del Santo
Basilica di S. Antonio,
piazza del Santo 11 – PADOVA

Download PDF

Presidente:
Prof. Piero Steindler

Faculty:
Danilo Mazzacane
Stefania Miotto
Maria Elisa Scarale
Piero Steindler
Antonella Franch
Vuga Ana Grgic
Enrico Mantovani
Pier Franco Marino

Razionale scientifico
La patologia della superficie oculare costituisce un problema globale ed è tra le cause più frequenti che spingono i pazienti a rivolgersi al medico oculista ambulatoriale. A luglio 2017 sono state pubblicati i report finali del DEWS II, un “consensus” globale sui molteplici aspetti della patologia della superficie oculare, la cui nuova definizione recita “una patologia multifattoriale della superficie oculare, caratterizzata da una perdita di omeostasi del film lacrimale, e accompagnata da sintomi oculari in cui l’instabilità del film lacrimale e l’iperosmolarità, l’infiammazione della superficie oculare e il danno e le anomalie neurosensoriali svolgono un ruolo eziologico”. Sono state introdotte molte novità in termini di approccio diagnostico e terapeutico, che si intersecano con quanto noto sulla Disfunzione delle ghiandole di Meibomio e sull’uso delle lenti a contatto nella pratica clinica quotidiana. Inoltre, solo recentemente ci sono riscontri di verosimile correlazione tra malattia della superficie oculare e reflusso gastro-esofageo. Il riconoscimento del fattore infiammatorio nella patologia della superficie oculare facilita la comprensione della possibile insorgenza di fatti infettivi in soggetti affetti a causa del microbioma lacrimale.
Scopo del corso teorico-pratico è aggiornare i partecipanti sulle rilevanze dei nuovi e vecchi assunti, sviluppando in maniera prima frontale e poi interattiva tutte le problematiche, per giungere in plenaria, infine, all’indirizzo diagnostico-terapeutico di alcuni casi clinici emblematici e alla costruzione di possibiliflowchartdautilizzareinambito ambulatoriale, dove non è possibile accedere a diagnostiche di tipo high tech.

Programma
08:30
Apertura segreteria
Registrazione dei partecipanti

09:15
Apertura dei lavori
Introduzione al corso e necessità del miglioramento qualitativo della rete ambulatoriale per l’integrazione ospedale – territorio: gli scopi di GOAL
Prima sessione: La superficie oculare malata
E. Mantovani, D. Mazzacane

09:30
Update su Malattia della Superficie Oculare: DEWS II e diagnostica
E. Mantovani

10:00
Update sulla Disfunzione delle Ghiandole di Meibomio e diagnostica
A.V. Grgic

10:30
Occhio al reflusso; correlazione tra occhio secco e reflusso gastro-esofageo
P. F. Marino

10:50
Infiammazione e infezione della Superficie Oculare: nuovi approcci terapeutici
D.ssa Maria Elisa Scarale

11:10
Coffee Break
Seconda sessione: Come approcciare la superficie oculare malata

11:30
Dry Eye Disease: utilizzo dei sostituti lacrimali per una patologia multifattoriale
D.ssa Maria Elisa Scarale

12:00
Complicanze non infettive dell’uso delle lenti a contatto
E. Mantovani

12:30
La gestione delle infezioni oculari:
diagnosi e terapia
A. Franch

13:00
Discussione critica guidata

13:20
Lunch Break
Terza sessione: pratica ambulatoriale della superficie oculare malata
Moderatori:
D. Mazzacane, S. Miotto

14:15
Come effettui una diagnosi di malattia della superficie oculare in ambulatorio?
Quale strategia terapeutica adotti nelle varie tipologie di malattia della superficie oculare? Presentazione di tre casi clinici interessanti Indicazioni diagnostiche e terapeutiche per la soluzione dei casi clinici. Proviamoci insieme

15:00
Creiamo insieme dei criteri da utilizzare per indagare la correlazione tra occhio secco
e reflusso nel paziente ambulatoriale

15:45
Discussione critica guidata

16:00
Compilazione questionario ECM

16:15
Chiusura lavori

Call Now Button